Come proteggersi dal sole: guida pratica alla protezione solare

(3)

Come proteggersi dal sole? Ecco tutti i consigli.



Insieme alla Ligue Contre le Cancer (Lega per la lotta contro i tumori ) abbiamo preparato una guida alla protezione solare in modo che tu possa godere del sole in tutta sicurezza. Stai preparando i bagagli per andare a rilassarti al sole? Allora è il momento giusto per ricordarti di proteggerti dai raggi ultravioletti nocivi. Il tuo corpo e quello dei tuoi figli hanno bisogno di essere protetti in modo efficace per evitare eritemi e scottature che possono essere dolorosi.



Ecco una sintesi della guida alla protezione solare “10 consigli per godere del sole in tutta sicurezza” che puoi scaricare gratuitamente cliccando qui: Guida alla protezione solare.

1.  Il sole è indispensabile alla vita

 

 

Un’esposizione di pochi minuti al giorno è sufficiente per agire sul nostro morale e sul nostro benessere. Il nostro organismo ha bisogno del sole per sintetizzare la vitamina D che agisce sul nostro capitale osseo e per fissare il calcio e il fosforo: due azioni indispensabili per i bambini.

2. Quali sono i rischi?

 

Se ti esponi al sole senza esserti protetto, rischi delle bruciature, degli eritemi e l’invecchiamento accelerato della pelle. Ciò si traduce in macchie scure o chiare, piccole cicatrici bianche a stella, secchezza della pelle, comparsa di rughe e ispessimento della pelle.

Un eritema è una bruciatura della pelle ed è necessario trattarla come tale. Chiedi consiglio al tuo farmacista per curarla con un prodotto adeguato.

 

3. I diversi tipi di pelle

 

Alcune persone sono più sensibili di altre ai raggi UV. Ogni pelle è diversa e a seconda del suo colore è più o meno sensibile al sole (fototipo).

Indipendentemente dal tipo di pelle, la protezione adeguata dipende dall’intensità dei raggi UV, dalla durata dell’esposizione e dall’attività esercitata.

Estremamente sensibile (fototipo 1). La tua pelle è molto chiara, spesso vi compaiono lentiggini. Ti vengono facilmente degli eritemi e non ti abbronzi mai o molto difficilmente! Non cercare di abbronzarti: proteggiti!

L’esposizione al sole è fortemente sconsigliata tra le 12.00 e le 16.00*.

E’ indispensabile la massima protezione: abiti, cappello, occhiali e crema solare altissima protezione (IP 50+).

 

Sensibile (fototipo 2). La tua pelle è chiara, con qualche lentiggine. Ti vengono facilmente degli eritemi e ti abbronzi difficilmente. Non cercare di abbronzarti: proteggiti!

L’esposizione al sole è fortemente sconsigliata tra le 12.00 e le 16.00*.

E’ indispensabile la massima protezione: abiti, cappello, occhiali e crema solare altissima protezione (IP 50+).
Pelle sensibile (fototipo 3). La tua pelle è leggermente olivastra. Difficilmente ti vengono eritemi e ti abbronzi facilmente.

Ti abbronzi leggermente. Tuttavia, l’esposizione solare è sconsigliata tra le 12.00 e le 16.00*, senza una protezione completa: abiti, cappello, occhiali e crema solare alta protezione (IP 30 e 50).
Abbastanza resistente (fototipo 4 e 5).  La tua pelle è da olivastra a molto olivastra, non ti viene quasi mai l’eritema e ti abbronzi molto rapidamente. Tolleri bene il sole. Esponiti molto progressivamente. Soprattutto i primi giorni, evita di esporti al sole tra le 12.00 e le 16.00* senza una protezione completa: abiti, cappello, occhiali e crema solare di protezione media (IP 15, 20 e 25).

 
Le pelli nere (fototipo 6) sono naturalmente protette dagli effetti negativi del sole. Tuttavia, ricordati di proteggere le zone più chiare (palmo della mano e pianta dei piedi). Ti raccomandiamo di usare degli occhiali da sole.

Tolleri molto bene il sole. Soprattutto i primi giorni, evita di esporti al sole tra le 12.00 e le 16.00* senza una protezione completa: abiti, cappello, occhiali e crema solare (IP da 6 a 10).

 

4. Esporsi al sole in modo intelligente

 

Per esporsi nel modo migliore possibile, ti consigliamo fortemente di esporti al sole in modo molto progressivo. Il primo giorno, 10 minuti sono sufficienti per preparare la pelle.

Limita al massimo l’esposizione dei bambini fino a 15 anni, perché la loro pelle è più sensibile di quella di un adulto. Per i neonati, l’unico consiglio è quello di non esporli mai al sole!



Gli eritemi avuti durante l’infanzia e le esposizioni solari intermittenti ed intense aumentano il rischio di sviluppare un cancro cutaneo in età adulta.



 

5. Proteggersi dal sole

 

Indipendentemente da dove ti trovi (città, mare o montagna), è importante proteggersi dagli effetti nocivi del sole. L’ideale è coprirsi usando un abbigliamento adatto, un cappello a falde larghe e applicando la crema solare sulle parti del corpo esposte.



a. Abbigliamento

La protezione migliore contro il sole è l’abbigliamento. Indossa abiti lunghi, ampi e permeabili alla traspirazione, come camicie a maniche lunghe e pantaloni di lino o cotone.

Attenzione! Non tutti i tessuti proteggono dal sole. Solo i tessuti a maglie strette e che soddisfano le norme europee di protezione solare ti proteggono efficacemente. Privilegia quindi al massimo per i bambini e per te delle magliette anti-UV o dei top per protezione solare che restino efficaci anche se bagnati.



b. Cappello

Per una protezione ottimale è da preferire il cappello a falde larghe che copre la nuca e le orecchie.



c. Occhiali da sole

In riva al mare, sul bordo dell’acqua o in montagna, gli occhi sono più esposti a causa del fenomeno del riverbero. E’ quindi indispensabile proteggere i tuoi occhi e quelli dei tuoi figli.

Attenzione al colore degli occhiali e alla categoria delle lenti: vedi Guida alla protezione solare.



d. I prodotti solari

Le creme solari si usano ogni volta che ci si espone al sole, e non solo in spiaggia. La crema solare deve essere scelta in funzione del tuo fototipo.

 

Categoria Indice di protezione fototipo
Protezione lieve 6, 10 Pelle molto olivastra
Protezione media 15, 20, 25 Pelle abbastanza sensibile
Protezione alta 30, 50 Pelle sensibile
Protezione altissima 50+ Pelle molto sensibile

 

Attenzione! Tendiamo tutti ad applicare uno strato di crema inferiore a quello usato in laboratorio. Ecco perché non bisogna esitare ad usare un prodotto di alta protezione.

Ricordati di proteggere i bambini: la pelle dei neonati e dei bambini è più sensibile. E’ più sottile di quella degli adulti e le loro cellule non possiedono la capacità di riparazione per affrontare eritemi ripetuti.

 

6. Attenzione ai luoghi comuni da sfatare!

- Tutti possono abbronzarsi.

- Le ore più calde della giornata sono le più pericolose.

- Non serve proteggersi quando si è già abbronzati.

- La crema permette di esporsi più a lungo.

- Il bagno protegge dal rischio di eritema.

- Un abito bagnato protegge come un abito asciutto.

- Le persone con la pelle olivastra o molto olivastra non hanno bisogno di proteggersi dal sole.





7. Non fidarti:

 

- del sole allo zenit (12.00-16.00),

- del riverbero,

- delle nubi, del vento e dell’aria fresca,

- dell’altitudine.



 

8. Le preparazioni inutili prima dell’esposizione



- Sessioni di UV:

Le sessioni di UV non preparano la pelle al sole, contrariamente a quello che si può pensare. Questa preparazione rafforza l’effetto cancerogeno delle esposizioni prolungate al sole.



- Prodotti autoabbronzanti :

I prodotti autoabbronzanti agiscono unicamente sulle cellule morte dello strato corneo della pelle. Ciò spiega la loro azione limitata a 4-6 giorni.



- Acceleratori di abbronzatura :

Alcuni oli a base di monoi o di vaselina non hanno filtri protettori e aumentano gli effetti nocivi del sole.



- Integratori alimentari :

Gli integratori alimentari non proteggono dagli UV e non sostituiscono il consumo di frutta e verdura di stagione.



Attenzione anche ai farmaci, ai deodoranti e ai profumi!

Possono provocare allergie, causare la fotosensibilizzazione o ustioni gravi in seguito all’esposizione al sole.



9. Segui uno stile di vita sano

 

- Bevi molta acqua!

- Mangia in modo equilibrato!

- Le vitamine, quelle sì che ti danno un bell’aspetto!

- Osa il colore con alimenti ricchi di beta carotene!

- Un cocktail di frutta e verdura per avere la pelle morbida come una pesca!





Per avere tutti i dettagli clicca qui: Guida alla protezione solare



 

10. Controlla sempre la tua pelle

Controlla la tua pelle regolarmente.

Una ferita, un foruncolo, una crosta o anche un punto nero devono essere sorvegliati attentamente. In caso di modifiche cutanee persistenti consulta un dermatologo.



Le persone di fototipo 1 e 2, e in particolare le persone che hanno moltissimi nei, devono farsi controllare regolarmente.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Validare
Blog

Voici une infographie pour voir en un clin d’oeil les dangers et les conseils pour que le soleil reste source de bienfaits !

HAUT DE PAGE