Come scegliere la zavorra per immersioni

(2)

Scegliere bene la zavorra per fare snorkeling, praticare la caccia subacquea e l’apnea

La zavorra per immersioni si sceglie in funzione della muta e della profondità alla quale si desidera arrivare. Per lo meno, per quanto riguarda la caccia subacquea e l’apnea.

In generale, ti consigliamo di prendere l'equivalente di 1/10° del tuo peso, se usi una muta di 5 mm di spessore, ti trovi in acqua di mare e sei dotato di una bombola da 12 L. Questi valori cambiano in funzione della muta e della pratica.

Esistono tre livelli di galleggiamento:
> galleggiamento positivo: galleggio;
> galleggiamento negativo: vado a fondo;
> galleggiamento neutro: sono in una situazione di mancanza di gravità in acqua, non vado a fondo.

Attenzione: più ti immergi, più la muta si comprime. Il che genera logicamente una perdita di galleggiamento e una riduzione della protezione termica.

La scelta della zavorra in funzione dell’attività

ZAVORRA PER IMMERSIONI CON BOMBOLA

Che cosa influenza la scelta della zavorra?
> Il tuo fisico: la tua fisiologia (peso) e il tuo indice di massa corporea (peso/altezza).
> L’acqua in cui ti trovi:
              - acqua di mare: maggior galleggiamento. In acqua salata, devi zavorrarti di più che in acqua dolce;
              - acqua dolce: minor galleggiamento.
> La tua muta: a seconda del suo spessore, galleggerai di più o di meno.
> Il peso della bombola: anche l’aria presente nella bombola è un fattore da tenere in considerazione! Più l’aria della bombola viene consumata, più la bombola è leggera e più il galleggiamento tende a diventare positivo (galleggio).
In generale, ricordati che più la muta è spessa, più l’effetto galleggiamento positivo si fa sentire e più la zavorra dovrà essere regolata di conseguenza.

ZAVORRA PER SNORKELING

Che cosa influenza la scelta della zavorra?
> Il tipo di acqua: in acqua salata occorre zavorrarsi di più che in acqua dolce.
> La muta di neoprene utilizzata.
> La tua fisiologia.

Mentre fai snorkeling, devi zavorrarti poco per poter nuotare più facilmente sott’acqua. Inoltre, è necessaria una zavorra unicamente se desideri fare delle apnee.

ZAVORRA PER CACCIA SUBACQUEA / APNEA

Che cosa influenza la scelta della zavorra?
> Il tipo di acqua.
> La muta di neoprene utilizzata.
> La tua fisiologia.
> La profondità alla quale vuoi andare.
> Il tuo livello tecnico di preparazione e il tuo livello di pratica.

Devi per forza zavorrarti per affrontare il galleggiamento positivo. Ma attenzione a non essere troppo zavorrato, perché potresti trovarti “intrappolato”: farai molta fatica a risalire e potrai metterti in pericolo.

Più ti immergi in profondità, meno ti zavorri in superficie e più dovrai sforzarti per rientrare in acqua.

Regole di sicurezza per la zavorra

> Durante lo snorkeling e la caccia subacquea, devi sempre fare un’immersione di prova per testare la tua zavorra. Ti consigliamo di iniziare con pochi piombi e di aggiungerne man mano per raggiungere il galleggiamento neutro.
Come fai a sapere quando hai raggiunto il galleggiamento neutro? Fai così: quando sei in superficie, in posizione verticale e respirando normalmente, la superficie dell’acqua deve arrivare al centro della maschera.

> Conoscere i propri limiti:
- in termini di resistenza sott’acqua (“acquaticità”);
- quanto tempo puoi restare sott’acqua;
- la tua disinvoltura nell’acqua.

> Avere del materiale che favorisce la sicurezza: ad esempio una cintura con piombi, con fibbia a sgancio rapido.

Le cinture di zavorra

> Tipi di fibbia
- Una cintura con fibbia di plastica resiste meno all’usura e con il passare del tempo tende ad aprirsi da sola.
- Una cintura con fibbia metallica resiste meglio all’usura.

> Tipi di materiali
- Cintura di polipropilene (tipo nylon): molto resistente, dura nel tempo.
- Cintura di gomma: i piombi restano nella loro posizione iniziale, perché aderiscono molto bene al materiale della cintura. Svantaggio: è più fragile delle cinture di polipropilene.
- Cintura marsigliese: cintura con fibbia normale a buchi. E’ dedicata ai sub esperti perché è più difficile da sganciare.
- Cintura con tasche: è più comoda e permette di inserirvi i piombi.

Accessori della zavorra
> La giberna da caccia suddivide meglio il peso sulla parte superiore del corpo (spalle e schiena). Permette di evitare i dolori a livello delle anche e dei reni. Facilita l’immersione (duck dive).
Attenzione: la giberna non sostituisce la cintura, ma la scarica per suddividere in modo migliore la zavorra utilizzata.
> Piombi da caviglia: 500 g in generale.
> I dispositivi per fissare i pesi (tipo freni) permettono di collegare tra loro i piombi. In questo modo non si sposteranno mentre sei sott’acqua.

Tipi di piombi
> Piombi standard: meno cari ma più grezzi, quindi meno lavorati e più fragili. Questi piombi sono adatti ai principianti.
> Piombi  rivestiti: piombi standard rivestiti di plastica. Questi piombi sono più rispettosi dell’ambiente, più resistenti e disponibili ad un costo inferiore.
> Piombi che non usano “piombo”:
- materiali metallici rivestiti di pittura antiossidante;
> Piombi morbidi in tasche: piccole sfere di piombi sistemati in tasche. Sono più pratici e si possono usare con le cinture con tasche. Occupano meno spazio e sono più comodi.

Vedi le cinture di zavorra
Vedi le boe di aiuto al galleggiamento

Attenzione: per la tua sicurezza, è meglio essere sotto-zavorrato che troppo zavorrato.

La regola sottostante ti aiuterà a scegliere. Attenzione, queste misure sono puramente indicative.

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Validare
HAUT DE PAGE