QUESTA ESTATE PREFERISCI LO STAND UP PADDLE O IL LONGE-CÔTE?

(1)



Le attività acquatiche longe-côte e stand up paddle (SUP) sono diventate le star dell’estate!

Leggi il seguente articolo di presentazione di queste due attività dove troverai  anche qualche suggerimento per iniziare a praticare il longe-côte e lo stand up paddle.  Pronto?

tand Up Paddle ou Longe Côte

Stand up paddle e longe-côte: due pratiche ideali per mantenersi in forma

 

IL LONGE-CÔTE: LA MARCIA IN ACQUA!

Il longe-côte consiste nel camminare costeggiando la riva, immersi in acqua fino alla vita e con una pagaia da kayak per muoversi in acqua.

Questa attività combina la marcia ai benefici dell’acqua e permette di far lavorare efficacemente sia la parte superiore che quella inferiore del corpo. Infatti, le braccia azionano la pagaia mentre le gambe lavorano intensamente grazie alla resistenza dell’acqua durante le marcia.

Oltre al rafforzamento dei muscoli e al gainage legato alla pratica del longe-côte, l’acqua di mare esercita i suoi benefici effetti sulle articolazioni e sulla circolazione sanguigna.

Questo è d’altra parte il vantaggio in più del longe-côte rispetto al SUP: il contatto diretto con l’acqua.

Adatto a tutti, il longe-côte può essere praticato tutto l’anno: in inverno, con la muta  nelle acque fredde, in estate in boardshort e costume da bagno.

Se pratichi su un fondo sassoso, considera la possibilità di utilizzare calzari in neoprene o le aquashoes !

 



 

 

tand Up Paddle ou Longe Côte



L'EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO ALLA PRATICA DEL LONGE-CÔTE

Per praticare il longe-côte, avrai bisogno dell’equipaggiamento seguente:

    UNA PAGAIA DA KAYAK;

    UNA MUTA: SHORTY, 3/2 O 4/3 A SECONDA DELLA TEMPERATURA DELL’ACQUA;

    AQUASHOES, A SECONDA DEL TIPO DI FONDO;

    CREMA SOLARE;

    UN CAPPELLO O UN BERRETTO.

 

I CONSIGLI DI UNA PRATICANTE PER GLI ESORDIENTI DEL LONGE-CÔTE

Francine pratica il longe-côte nel nord della Francia e desidera dare dei suggerimenti  a tutti coloro che si avvicinano a questa attività.

 

 

 - COME SI PRATICA IL LONGE-CÔTE?

“Mi sono iscritta all’associazione longe-côte di Touquet-Paris-Plage, nata in  settembre 2011. Le uscite di longe-côte si svolgono la domenica mattina, dalle 10.00 alle 11.00. Tutto l’anno e con qualunque tempo!

Ad ogni uscita, degli istruttori di longe-côte autorizzati organizzano vari gruppi, a seconda delle capacità di ciascun partecipante. Generalmente, i gruppi sono 4, di cui  1 dedicato al battesimo del longe-côte, ossia a chi pratica per la prima volta.

Vestiti con muta, calzari e guanti Tribord e dopo aver eseguito il riscaldamento sulla spiaggia, ci immergiamo nell’acqua fino al petto  e camminiamo in fila indiana, aiutandoci con le braccia e con le pagaie.

Dopo una trentina di passi, il primo della fila cede il posto al secondo e si mette dietro, perché stare davanti richiede maggiore energia a causa della corrente”.

 

- QUALI SONO I BENEFICI DEL LONGE-CÔTE SECONDO TE?

“Praticare il longe-côte mi permette di rigenerarmi e mi fa stare incredibilmente bene. L'aria di mare e gli spruzzi risvegliano la mia vitalità.

Lottare contro la corrente e le onde aumenta la mia resistenza e  mi costringe a superare le mie paure nei confronti di un elemento talvolta molto ostile.

E per finire, ogni uscita si svolge in un’atmosfera serena dove regna una grande solidarietà: e questo migliora notevolmente il mio morale.

In poche parole, sono felice!”.

 

- IL LONGE-CÔTE SEMBRA ADATTO A TUTTI, È VERO SECONDO TE?

“Il longe-côte è adatto a tutti a condizione di essere in buona salute e in buone condizioni fisiche. D'altra parte, per praticare è necessario il certificato medico”.

 

- UN CONSIGLIO PER CHI È ATTRATTO DAL LONGE-CÔTE?

“Semplicemente di venire a provare, iniziando con il battesimo”.

- PENSI CHE LO STAND UP PADDLE E  IL LONGE-CÔTE SIANO COMPLEMENTARI O  TOTALMENTE DIVERSI?

“Penso che lo stand up paddle (che io non pratico) possa essere complementare al longe-côte, perché a mio avviso permette di migliorare la propria padronanza dell’equilibrio”.

 

 

CONOSCI LO  STAND UP PADDLE?

Lo stand up paddle ha fatto la sua comparsa negli anni ’60  alle isole Hawaii, dove inizialmente era un modo per spostarsi tra i diversi spot dove si praticava il surf, in particolare per accompagnare e fotografare i turisti che iniziavano a praticare il surf.

 

“Pagaiare restando in piedi” è infatti la traduzione letterale di “stand-up-paddle”. In effetti, si pratica in piedi sulla tavola spingendosi  con una pagaia.

 

Lo stand up paddle è adatto a tutti. Il volume della tavola da stand up paddle assicura grande stabilità sull'acqua.

Il SUP è quindi il compromesso perfetto per chi desidera provare la sensazione di scivolare, pur passeggiando semplicemente sull’acqua!

tand Up Paddle ou Longe Côte

Il SUP è anche lo strumento ideale per rimettersi in forma, per migliorare l'equilibrio e per ritrovare  il benessere.

Lo sapevi? Il SUP è usato anche nella pratica dello yoga!

 

 

RIASSUNTO COMPARATIVO TRA IL LONGE-CÔTE E LO STAND UP PADDLE

Con un ridottissimo vantaggio, lo stand up paddle sembra avere la meglio. Ma si può sempre cambiare idea!

Il modo migliore per dare un voto a questi due sport è fare una prova... Allora, alle pagaie!



 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Validare
HAUT DE PAGE