E.V.I

 

 

Proveniente da una famiglia di montanari e di pelotari (giocatore di Palla Basca), Amaiur Alfaro ha scelto l’oceano come luogo di espressione della sua distinzione e del suo talento. All’età di 8 anni scopre la vela nella baia di Socoa, a Saint Jean de Luz, grazie ai corsi di iniziazione per bambini. Da allora, si appropria di quella immensità rappresentata dall’oceano per farne il suo terreno di gioco nel prolungamento dei marinai baschi che hanno segnato la storia del suo territorio. A 17 anni diventa istruttore di vela. Eccelle molto presto nelle regate locali nel Paese Basco che fanno nascere poco a poco in lui il desiderio di andare alla conquista degli oceani. Partecipa perciò progressivamente a tutti i tipi di gare, per arrivare nel 2000 alla sua prima attraversata dell’Atlantico in competizione (Transat AG2R). Seguono cinque partecipazioni alla prestigiosa competizione in solitario “La Solitaire du Figaro” (2001 - 2005). Nel 2008, Amaiur incontra Lalou Roucayrol. Per 2 anni, il médocain, (ex skipper del trimarano Banque Populaire) fa di lui il suo tattico durante  i trofei in multiscafo. Insieme, partono alla conquista di un podio in occasione della “transat jacques vabre”. Missione compiuta in dicembre 2009, con un terzo posto all’arrivo in Costa Rica. L’incontro tra questo skipper basco e Tribord era inevitabile, essendo i due vicini sul porto di Hendaye, ma soprattutto per l’impegno quotidiano di Amaïur per condividere la sua passione con il maggior numero di persone possibile all’interno della sua scuola di vela.  Amaïur condivide la sua esperienza di skipper oceanico con i team di progettazione di Tribord lungo tutte le fasi di sviluppo della gamma di prodotti per la vela, collaudandola in condizioni estreme. La collaborazione che abbiamo sigillato anche con la sua Scuola di Vela Internazionale ci permette di testare quotidianamente la nostra intera gamma durante l’utilizzo, dal prodotto primo prezzo all’articolo top di gamma.

 

 

HAUT DE PAGE